suggerimenti di letture per aspiranti vegani

Consigli e letture per aspiranti vegani

Come diventare vegetariani o vegani? Contributo della redazione di Natural Mania (blog dedicato all’universo crueltyfree e all’ecosostenibilità ambientale)

Come prima cosa, vediamo cosa significano i due termini (vegano e vegetariano)

Si definiscono vegetariani coloro che non includono la carne nella propria alimentazione. I vegani invece eliminano tutti i prodotti di origine animale, incluso il pesce, i latticini, le uova e il miele (la lista varia a seconda dei criteri più o meno rigidi e ci sono tante altre declinazioni, i fruttariani ad esempio ma non è lo scopo di questo post).

Diventare vegetariani o vegani ha molteplici aspetti positivi

Ridurre l’assunzione dei grassi: sebbene la carne fornisca una significativa quantità di proteine, ad esse si accompagnano molti grassi saturi. Eliminare la carne dalla propria alimentazione riduce il rischio di malattie cardiache, di ipertensione, di cancro e altre malattie, come la ricerca scientifica ha ampiamente dimostrato. Ogni anno milioni di persone possono ingerire batteri nocivi per la salute tramite l’assunzione di carne. Ovviamente le proteine vanno assunte in altro modo, vi consigliamo sempre di sentire il vostro medico per utili indicazioni in fatto di alimentazione.

Perdita di peso: tendenzialmente questa tipologia di alimentazione può aiutare nel mantenere il peso forma. Pertanto, se siete in procinto di mettervi a dieta, eliminare la carne potrebbe facilitare la perdita di peso (vale sempre il consiglio di cui sopra, nelle diete è sempre opportuno rivolgersi ad uno specialista).

Un vantaggio per l’ambiente: l’allevamento animale è responsabile di numerosi danni ambientali; l’industria della carne è una delle più inquinanti e nocive, l’eliminazione degli scarti e della macellazione sono altamente dannose per l’ambiente. Inoltre con il grano e i vegetali che gli animali d’allevamento consumano si potrebbe sfamare l’intero pianeta o quasi. Essere vegetariani o vegani si accompagna a una scelta “culturale” per l’ecosostenibilità della nostra vita su questo pianeta.

Un vantaggio per gli animali: come moltissimi di noi ormai sanno gli animali da allevamento conducono un’esistenza terribile di sofferenze e privazioni; sono stipati in gabbie e recinti minuscoli e sovraffollati, nutriti con ormoni, trasportati in camion e container soffocanti fino ai macelli, veri e propri luoghi infernali, indegni.

Alcuni consigli per approcciarsi alla cultura vegetariana o vegana

Trovate la giusta motivazione: scegliere di diventare vegetariani per moda o per imitare un amico non sarà sufficiente a farvi mantenere i buoni propositi. Si tratta di cambiare le vostre abitudini alimentari e di adottare un nuovo stile di vita CrueltyFree!

E’ necessario che riflettiate sul perché volete diventare vegetariani o vegani, e convincervene davvero. Il resto verrà da sé.

Informatevi: e’ sempre una buona pratica informasi riguardo qualcosa che non si conosce e che si decide di sperimentare. Dedicate del tempo alla consultazione di libri in biblioteca o di siti internet affidabili per trovare le informazioni che ti servono per imparare l’abc del life style vegetariano o vegano.

Scopri nuove ricette: noleggiate libri di ricette presso la biblioteca cittadina, oppure consultate siti online e cimentatevi nella preparazione con nuovi ingredienti! Cercate di sperimentare una ricetta nuova a settimana così da avere a disposizione un numero sufficiente di piatti con cui ingolosire voi e i vostri ospiti.

Sostituite le proteine: una dieta vegetariana, ma specialmente quella vegana, richiedono una sostituzione corretta degli alimenti così da non lasciare il vostro corpo sprovvisto delle proteine necessarie: via libera ai legumi, alla frutta secca, ai semi, alle bacche, e alla soia che rappresentano ottime alternative alle proteine animali.

Provate il cibo etnico: dal Marocco alla Cina, dall’Etiopia alla Thailandia, passando per il Messico e il Medio Oriente, esistono moltissimi piatti vegetariani e vegani che potete imparare a cucinare. Vi sorprenderà scoprire quante ricette golose è possibile preparare con poca spesa e senza sforzo. Impressionate familiari ed amici con un giro del mondo che inizia a tavola!

5 letture consigliate

  1. Il cucchiaio verde. La bibbia della cucina vegetariana. di W. Pedrotti 
    Ricette e cucina, si sa questo è uno dei primi pensieri, ok divento vegetariano ma che mangio solo insalatine? In realtà non è così ecco una proposta di lettura, tra i tantissimi libri di ricette che potete trovare (ma anche cercando in rete troverete tantissimi blog e spunti di ispirazione per cucinare vegetariano e vegano):
  2. Perché sono vegetariana di Margherita Hack
    Un bel libro, facile da leggere e vista la grande cultura dell’autrice ricco di tanti spunti dedicati al rispetto degli animali
  3. Verso la scelta vegetariana. Il tumore si previene anche a tavola di Umberto Veronesi (Autore), Mario Pappagallo  (Autore)
    “Partendo dalla sua esperienza di vita e dalle sue ricerche di oncologo, Umberto Veronesi espone in questo libro le ragioni legate all’etica, alla sostenibilità e alla salute per cui dovremmo diventare vegetariani. ” C’è bisogno di aggiungere altro?
  4. Tritacarne. Perché ciò che mangiamo può salvare la nostra vita. E il nostro mondo di Giulia Innocenzi
    Alla scoperta di cosa succede negli allevamenti e nei macelli italiani. Una lettura “dura” su cosa arriva nelle tavole degli italiani.
  5. Perché amiamo i cani, mangiamo i maiali e indossiamo le mucche. Un’introduzione al carnismo e un processo alla cultura della carne e alla sua industria. di Melanie Joy 
    Il titolo già dice tutto…. una bella contraddizione in termini!

Buona lettura da Natural Mania!