Torquato Tasso autore dell'Aminta

Uno dei tanti testi che puoi trovare su Yeerida e leggere gratuitamente in streaming è l’Aminta di Torquato Tasso. L’Aminta è un dramma pastorale o favola boschereccia, ovvero un’azione teatrale ambientata nel mondo dei pastori. Se non l’avessi ancora letta o volessi riguardarla, puoi farlo su Yeerida. Intanto ti raccontiamo qualcosa in più su questo libro.

Cos’è l’Aminta

L’Aminta venne composta da Torquato Tasso nel 1573, e solo nel 1581, in seguito a varie modifiche, venne pubblicata da Aldo Manunzio. La prima rappresentazione ebbe probabilmente luogo nel luglio 1573, al Belvedere di Ferrara. L’opera fu messa in scena dalla Compagnia dei Gelosi, una delle più celebri del tempo, senza i cori e gli intermezzi e forse senza l’episodio di Mopso. Riscosse un grande successo, tanto da essere richiesta l’anno successivo anche alla corte di Urbino, secondo il desiderio della duchessa Lucrezia d’Este, amica dell’autore.

L’opera l’ Aminta

Copertina dell'AmintaL’Aminta di Torquato Tasso ha un tono più lirico che drammatico. L’opera elogia l’età dell’oro, quando l’uomo viveva in contatto con la natura, libero dagli impacci della morale convenzionale della cosiddetta civiltà. La finzione pastorale permette al poeta di esprimere liberamente il proprio pensiero. Questa critica ha quindi anche un tono autobiografico in quanto incarna totalmente il pensiero di Tasso riguardo alla vita di corte e alla nobiltà: per quanto determinato l’uomo possa essere, senza appartenere ad una determinata classe sociale non potrà mai essere giudicato alla pari dei più privilegiati. Infatti, nonostante fosse sotto la protezione degli estensi, l’autore non nasconde critiche verso un ceto sociale di cui non si sentiva parte mostrando invece interesse e attenzione per la campagna. Uno stile di vita bucolico,privo di turbamenti e di tensioni caratteristici dell’aristocrazia.

La trama dell’Aminta

Questo dramma pastorale in cinque atti è la prima opera in cui Tasso rivela la propria grandezza poetica. L’azione si sviluppa in una giornata e in uno stesso luogo, una selva. La favola tratta dell’amore del pastore Aminta per la ninfa Silvia, ritrosa e scontrosa, che solo alla fine si decide a riconoscere il proprio sentimento e ad accettare quello del pastore. Il contenuto dell’opera si fonda su colpi di scena ed equivoci. La conclusione felice è il coronamento di tante prove e la vittoria dell’amore.

La struttura

L’Aminta è divisa in cinque atti e scritta in versi polimetri (settenari e endecasillabi). L’opera è condotta con la più rigida unità di tempo e di luogo, e gli atti sono disuguali, preceduti da un prologo e chiusi da epiloghi,con cori e intermezzi.

Lo stile dell’ Aminta

L’Aminta è caratterizzata dalla fusione di due generi: il teatro e la lirica d’amore. Tasso si esprime attraverso delle figure retoriche per poter manifestare al meglio gli argomenti proposti. Egli utilizza largamente soprattutto la metafora, figura che si rivelerà tipica del barocco.

 

Cosa aspetti a leggere qui l’Aminta di Torquato Tasso gratuitamente in streaming su Yeerida? E’ semplicissimo, basta registrarsi!

Qui sotto ti offriamo un embed di un video sull’Aminta di Torquato Tasso!

Scrivici le tue curiosità sull’Aminta a info@yeerida.com!